Attivita’ di vendita di prodotti alimentari e non/ somministrazione di alimenti e bevande

Nell’ambito delle manifestazioni/eventi temporanei di pubblico spettacolo è possibile svolgere una attività di vendita di prodotti alimentari e non, nonché di somministrazione di alimenti e bevande purché la stessa si configuri come attività NON prevalente. 

Per attività di somministrazione si intende la vendita al pubblico di alimenti e bevande, comprese quelle alcoliche fino a 21 gradi, per il consumo sul posto, in locali o in aree aperte al pubblico, attrezzate, ad esempio, con tavoli e sedie in modo da consentirne la permanenza e con l’utilizzo di stoviglie (piatti, posate, bicchieri, ecc.) di qualsiasi materiale ritenuto idoneo dalle leggi sanitarie vigenti.

Le varie attività di somministrazione sono state individuate dalla normativa statale (Legge 287/1991) che, in seguito, le Regioni hanno modificato ed ampliato a più riprese. Nella Regione Lombardia la normativa applicata è quella del Testo Unico in materia di Commercio e Fiere L.R. n. 6/2010 (dagli articoli 61- 80), così come modificato dalla L. R. n. 3/2011. 

Pertanto, laddove all’interno della manifestazione temporanea di pubblico spettacolo si intenda svolgere anche una attività di vendita di prodotti alimentari e non/somministrazione di cibi e bevande, occorre compilare le apposite sezioni n. 15 (se l’evento si svolge su area pubblica) e 16 (se l’evento si svolge su area privata) del modulo integrato, allegando anche la SCIA Expo 2015 - (scaricabile dal sito: http//fare impresa.comune.milano.it al seguente percorso: > Home > SCIA Expo 2015) corredata dal bollettino del versamento - effettuato sul c/c postale n. 14083273 intestato ad ASL Milano-Servizio Tesoreria, causale “Registrazione attività”, dell’importo di € 50,00.

Vedi Allegato 4) SCIA Expo 2015

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano.
Tutti i diritti riservati.