Cerco un Centro di gravità permanente… per non cambiare idea sulle cose e sui diritti della gente

Cerco un Centro di gravità permanente… per non cambiare idea sulle cose e sui diritti della gente

Milano capitale dell’alimentazione sostenibile: non più un semplice slogan di promozione dell’imminente Esposizione Universale, piuttosto una realtà sempre più tangibile. Questo grazie sia alle tematiche che verranno affrontate durante Expo, sia per il corollario di iniziative e progetti che animeranno Milano durante e dopo l’evento. 

Una di queste, quella che forse sarà tra le principali eredità per la città, è l’istituzione del Milan center for food law and policy: un centro di documentazione che raccoglie, cataloga ed archivia tutto il materiale legislativo pubblico e privato in tema di diritto al cibo, mettendo a disposizione di studiosi e cittadini quello che Stati e organismi nazionali, internazionali e multilaterali scrivono in materia di alimentazione.

Partecipazione, cooperazione, legacy tra cittadini e istituzioni: ecco i pilastri su cui si regge il Centro, quegli stessi pilastri che caratterizzano d’altronde Expo 2015. Le energie e l’attivismo di questi mesi attorno alla tematica dell’alimentazione non devono finire nel dimenticatoio, al contrario il 2015 deve essere un punto di partenza per i dibattiti sul tema.

L’istituzione del Centro coglie al volo questo messaggio, ma c’è di più: la firma della Carta di Milano avvenuta settimana scorsa, quel protocollo stile Kyoto sulla sostenibilità alimentare, si pone nella stessa direzione.

Progetti ed iniziative di grande valore, a dimostrazione che siamo nel momento più caldo e che Milano si propone davvero come un centro di gravità permanente internazionale in tema di alimentazione, tanto oggi quanto domani.

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano.
Tutti i diritti riservati.